LA DONNA DI PICCHE di Remo Bassini

Potevo essere libera di pensare a te. Volevo capirti, scavando in profondità. Quando eri venuto da me, mi avevi raccontato che non riuscivi più a dormire: anche tu come Macbeth, avevi ucciso il sonno, perché nel momento in cui chiudevi gli occhi vedevi tre carte da gioco che si muovevano lentamente, nel buio dei tuoi pensieri...(LA DONNA DI PICCHE).