SANTA MUERTE di Ettore Zanca

Santa muerte

Così come la morte, l’Amore può farci raggiungere, all’improvviso o lentamente,  ciò che è essenziale per noi nella vita stessa. Parto da questa interessante considerazione liberamente tratta dal libro di Suskind, Sull’Amore, sulla Morte, in quanto credo che sia la perfetta sintesi del significato del libro SANTA MUERTE di Ettore Zanca.

La storia di questo romanzo si svolge a Labella, una città immaginaria situata su una lingua di terra tra montagna Santa muertee mare, che ha dato i natali a Diego Ruiz, una rockstar internazionale con trent’anni di musica ribelle alle spalle. La città è in fermento: di lì a poco Ruiz terrà un memorabile concerto di addio alle scene, senza aver motivato questa scelta. Sullo sfondo di Labella si muove anche un losco figuro, Leonida, detto Santa Muerte. Leonida è un killer di professione, di quelli che non chiedono mai, con il compito di portare a termine una missione fuori dai suoi consueti schemi d’azione; accanto a lui, la fedele gatta Morgana, salvata da morte certa dal killer, lanciatosi impulsivamente sul cofano di un SUV per impedire al conducente di investirla. L’incarico di Santa Muerte è quello di togliere la vita ad una serie di persone che hanno scelto volontariamente di morire e che hanno firmato un contratto che garantisce loro precise condizioni per il “dopo”.

Purtroppo per Leonida, quello che doveva essere un lavoro facile, quasi burocratico, si dimostrerà irto di imprevisti.

SANTA MUERTE di Ettore Zanca è un romanzo di gradevole lettura; più che un thriller lo definirei una commedia a tinte noir. Nonostante il titolo e il personaggio appaiano a prima vista piuttosto lugubri, in realtà ci si trova di fronte ad una storia fresca, ironica e dinamica. Man mano che si procede nella lettura, i protagonisti coinvolti, apparentemente determinati e consapevoli, svelano i propri segreti e le motivazioni che si celano dietro alla scelta di morire. Durante la lettura, quello che salta maggiormente all’occhio, è che Leonida non è affatto un uomo spietato e senza morale, ma rivela un’indole originale e a suo modo dotata di una peculiare sensibilità. Certo, è difficile immedesimarsi in un personaggio di tale risma, nonostante il suo vissuto, ma devo pur dire che la cosa passa in secondo piano, dal momento che il killer Santa Muerte funge in primo luogo da legante ad un caleidoscopio di personaggi particolari e coinvolgenti, le cui vite puntellate di drammi, commuovono e creano empatia.

Protagonista assoluta, la città di Labella, inizialmente descritta dall’autore come un paradiso, pian piano rivela la sua oscura facciata, nella quale politici e criminali si confondono immersi nella stessa nebbia grigia di corruzione.

Anche Leonida, man mano che la lettura procede, al pari della città di Labella, si stempera in una natura sfumata e contraddittoria: Santa Muerte ha le sue paure, ed una di queste è proprio la strada che conduce alla morte: comincia a vacillare, e piccole crepe si formano nella sua anomala coscienza da killer.

Interessante romanzo matrioska, costituito da storie dalle quali ne scaturiscono altre. Esistenze che s’incrociano e destini comuni, tutti contornati dalle parole pungenti e mirate delle canzoni della rockstar Diego Ruiz. Un inno alla vita, che spesso stupisce e regala inaspettate possibilità. Very good!

ultimo logo 1

 

9510106_3953753.jpg

 

 

Genere: Narrativa moderna e contemporanea

Editore: Ianieri

Collana: Forsythia. 

Data uscita: 30/05/2019

Pagine: 210

Formato: brossura

Lingua: Italiano

 

 

3 pensieri riguardo “SANTA MUERTE di Ettore Zanca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...