AIUTO, HO IL BLOCCO DEL LETTORE!

Buongiorno a tutti, oggi parlerò di un argomento sul quale si è detto davvero di tutto, ma che ultimamente mi riguarda piuttosto da vicino: il blocco del lettore; ebbene si, La Lettrice non è più tanto Assorta nella lettura. Sarà che fuori c’è il sole, sarà la musica, il mare, saranno le uscite a tarda sera, gli aperitivi a base alcolica, ma non riesco a trovare la spinta giusta per leggere. Anche quando sono sdraiata sul lettino al mare con un libro davanti agli occhi, il mio sguardo abbandona spesso le pagine per vagare pigro e senza una meta precisa…

Mi sono interrogata a lungo sulle possibili cause di questa terribile sciagura e sono arrivata20190617_104013 alla conclusione che sia dovuta al fatto che negli ultimi tempi ho letto troppo e soprattutto non ho avuto l’occasione di soffermarmi a scegliere con attenzione. Niente panico, però, ho già pronta una strategia: combatterò il blocco del lettore leggendo! Non ho intenzione di deporre le armi e cedere all’indolenza mentale. Mi dedicherò a qualcosa che mi prende davvero per provare di nuovo le emozioni di quando leggevo voracemente i libri di Crichton, tanto per citare uno dei miei autori preferiti. Dunque mi dispiace per quelli che sotto sotto ci speravano, ma le mie recensioni non si fermeranno, saranno solo più diluite nel tempo, almeno fino alla fine del periodo estivo, quando finalmente le distrazioni si dissolveranno assieme alla calura. Se qualcuno vuole aiutarmi con la guarigione, può indicarmi qualche titolo salvifico; per gli altri, lascio il mio contatto instagram, @lettriceassorta: palesatevi e vi seguirò volentieri.

ultimo logo 1

 

59 pensieri riguardo “AIUTO, HO IL BLOCCO DEL LETTORE!

  1. Io invece penso che dovresti assecondare questo momento di stasi, leggere è un piacere, non può diventare un dovere, sarebbe controproducente! Prenditi i tuoi tempi, la voglia ritornerà da sé (prova provata 😉 ).

    Piace a 3 people

  2. Io invece non sapevo esistesse qualcosa del genere, quando è capitato a me. Anni fa ero così contento di essere diventato recensore di novità librarie per ThrillerMagazine che mi gettai anima e corpo nella lettura, raggiungendo ben presto un ideale “limite” oltre il quale non riuscii più ad andare. Il non aver scelto accuratamente i libri mi aveva fatto mandar giù così tanta roba per me indigesta che ad un certo punto ho semplicemente fatto tilt e non riuscii più a leggere niente, di narrativa, per molto tempo. Una scelta più oculata dei titoli lentamente mi ha fatto tornare in pista, ma ancora oggi doso con molta attenzione la narrativa. 😉

    Piace a 1 persona

      1. A me è durata parecchio ma la cosa peggiore è che non sapevo esistesse il fenomeno e credevo fosse una mia strana fissazione.
        Se non altro questo ti spingerà a chiederti cosa ti piaccia davvero leggere e a scegliere meglio sia la quantità che la qualità dei libri 😉

        Piace a 1 persona

      2. A me era già capitato un paio di anni fa. Poi mi sono sbloccata grazie ad un libro molto bello che mi ha ricordato il piacere della lettura. Attualmente il problema credo risieda anche nel fatto che faccio una vita più all’aria aperta, esco maggiormente…😘

        Piace a 2 people

  3. Capita. ..ai lettori “accaniti “,mi succede un paio di volte alla anno. Una distrazione di un paio di settimane. (I primi giorni l ‘amico libro manca. ..)ricominciare è molto gradevole. Come cambiare vivande per qualche giorno. Buone letture !!

    Piace a 1 persona

  4. Io mi sono arenato su un libro che ho cercato in tutti i modi di finire. Mi sono sforzato di farmelo piacere cercando il buono che trovavo ma niente. Non ho letto per parecchi giorni. Poi sono andato contro i miei principi e ho iniziato un altro libro senza aver terminato quello li… mi sono sbloccato! Meno male!

    Piace a 1 persona

    1. Io ebbi la pessima idea di iniziare “I 7 capolavori della letteratura erotica” (o qualcosa del genere), una noia mortale, non mi passava più, ed erano quasi 2000 pagine! Purtroppo il fatto di voler portare una lettura a termine una volta iniziata a volte è un handicap, menomale che con l’e-reader è facile passare da un libro a un altro e quindi portare avanti più letture contemporaneamente.

      Piace a 1 persona

  5. Anche a me capita così, che dopo uno, due, tre libri deludenti, mi venga un po’ di apatia verso la lettura. Periodi che passano subito, perché la lista dei titoli che mi attirano è sempre lunga, e quindi mi metto a spulciare con cura, cercando nella mia confort zone quei titoli che mi possono risollevare il morale di lettrice. Prova a cercare qualcosa di un autore che già conosci e ti piace, o il tipo di storia che intriga, magari una trama crime, avvincente. Se dovessi darti un suggerimento – ma ho visto che sei già passata dal mio blog – punterei su Anderson. Avvincente, scorrevole e stimolante.
    Intanto, goditi un po’ questa bella stagione!!!

    Piace a 1 persona

  6. Innanzitutto credo che la lettura avvenga su due sponde opposte ma fittamente intrcciate … che si bilanciano e si sistemano a modo loro ovvero il cartaceo(o anche ebook) e la vita in cui siamo immersi o che quotidianamente ci blandisce, sonnecchia, ci mette a dura prova o che si nasconde e si svela solo nelle parti scontate che così appaiono. Dunque, l’una carica l’altra e viceversa.

    Tra i libri che ho letto negli ultimi tempi segnalo perché mi trascinavano senza fare nessuna fatica: Vicaria(1 e 2); L’amica geniale(sono di Napoli forse per questo mi è piaciuto molto, tra l’altro anch’io lavoro da molti anni a un libro che ha le sue radici in quel contesto storico, economico e sociale)e appena di una settimana fa The help( che si congiunge benissimo con Il buio oltre la siepe). Oltre le tematiche dei libri sucitati mi ha colpito molto la loro scorrevolezza, un pregio per combattere i momenti del blocco del lettore. Ah, altro libro che ho preso in ebook e che dalle prima pagine ti porta in volo è(nonostante parli della prima guerra mondiale) di Pierre Lamaitre, Ci rivediamo lassù.

    Naturalmente mi farebbe piacere ricevere con discrezione un obolo tipo un tot al mese per questi consigli. Aspetto con ansia e trepidazione anche perché se tu molli o non sei ancora in grado di interpretare il ruolo di lettrice assorta(forse la stanchezza viene anche da lì … cioè da questo… assortimento … pensoso) dovrà pur esserci qualcuna/o sobbarcarsi tale compito. E niente.

    Piace a 2 people

    1. Grazie dei consigli. Il buio oltre la siepe l’ho letto ed è molto bello, magari potrei leggere L’amica geniale…attualmente sto cercando refrigerio in Glenn Cooper e il suo nuovo libro intitolato Il sigillo del cielo…

      "Mi piace"

  7. Quando capita significa che qualcosa non va…prenditi una pausa. Non costringerti a fare qualcosa che la tua mente non vuole. A me capita..di solito la sera leggo sempre, ma ci sono dei momenti in cui non riesco proprio, per stanchezza, per noia o perchè quel libro non mi suscita le emozioni che sto cercando. La lettura è evasione, se manca questa, allora si deve passare ad altro. Baci!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...