SULL’AMICIZIA

Uno dei valori fondamentali in cui ho sempre creduto, il pilastro granitico sul quale ho basato ogni mia convinzione, la certezza irremovibile dalla quale sono sempre partita per affrontare i giorni spesso bui dell’esistenza è, senza ombra di dubbio, l’amicizia. Probabilmente molti conoscono già il De amicitia di Cicerone.cicerone-amicizia Su quest’opera vi sono perplessità circa la datazione e sulla sua stessa finalità. I critici e i letterati sono divisi tra coloro che vedono l’opera unicamente come trattato  di carattere filosofico-morale e tra chi ne sostiene la natura, esclusiva o meno, politica. Personalmente mi sono avvicinata a questa lettura scegliendo di privilegiare l’aspetto relativo alla descrizione dei valori meno effimeri per i quali l’esistenza merita di essere vissuta. E’ vero, è un’opera piuttosto datata, ma se ci si sofferma a leggere con attenzione quelle magnifiche parole, non si può non venire catturati dalla poesia che l’autore libera e lascia fluttuare leggera intorno a questo sentimento puro, che come lui stesso afferma, possono provare solo i buoni, coloro che vivono in maniera leale, integra e non hanno in se’ ombra di cupidigia e dissolutezza. L’amicizia è superiore anche alla parentela perché alla parentela si può togliere l’affetto, mentre dall’amicizia no; infatti tolto l’affetto viene meno all’amicizia il suo nome, mentre alla parentela rimane. L’autore esorta ad anteporre l’amicizia a tutte le altre cose umane perché nulla è più adatto alla nostra natura, nulla più conforme ad essa, tanto nella prospera quanto nell’avversa fortuna. Conosco molto bene questo dialogo filosofico e ne ho fatto il vessillo della mia vita. Peccato che io venga puntualmente delusa dai comportamenti di alcune persone. Invito alla rilettura di un maestro dell’eloquenza, filosofo, storico, poeta, epistolografo. Sarà sicuramente fonte d’ispirazione e riflessione per tutti. A buon intenditor poche parole!

ultimo logo 1

Lettrice Assorta

Annunci

50 pensieri riguardo “SULL’AMICIZIA

  1. Buongiorno, e buon inizio settimana! 🙂
    Ho letto il libro molti anni fa, proprio nell’edizione che hai tu; è molto vero, ed anche io ero arrivato alle tue stesse conclusioni. E’ un testo che vorrei ricercare, magari in un’edizione migliore, anche perché per varie traversie quell’edizione è andata perduta; anche perché gli antichi classici, in fatto di amicizia e roba del genere, la sapevano lunga! 😉

    Piace a 1 persona

  2. “Amicizia”, una parola che sentiamo molto spesso oggi. Però, l’uso di un famoso social network ne ha tolto quasi ogni significato: uno può avere 2.000 “amici” su questo social, ma stare solo per tutta la vita. Siamo abituati agli “amici”, “followers” e “contatti”, ma non ci preoccupiamo più di sapere chi c’è dietro l’avatar, importa il numero, come se fossimo tutti delle farfalle inchiodate su una bacheca. Una persona può dirsi fortunata se ha un amico, ma uno vero, che saprà rispondere in caso di bisogno.

    Piace a 2 people

  3. Non importa quanto sia antico un testo o una riflessione: se rispecchia l’animo umano, è sempre attuale… credo anch’io nell’amicizia, ma forse proprio per questo non la concedo molto facilmente: spesso si usa come termine improprio, ad indicare vari tipi di conoscenze e frequentazioni, ma l’amicizia è tutta un’altra storia…

    Piace a 1 persona

  4. Bellissimo commento! Non sono esperta del “De Amicitia” di Cicerone, ma credo che gli amici ce li scegliamo e loro scelgono noi, i parenti invece no. Sono rapporti diversi, ambedue necessari: i doveri e la confidenza reciproci sono di altro genere. Ho alcune amiche, poche, e le ritengo uno dei punti fermi della mia vita. Anche la parte di noi stessi che mostriamo agli amici e ai parenti non è la stessa. Continua così! Mi piace parlare di questi argomenti.

    Piace a 1 persona

  5. Con il tempo si comprende che l’amicizia non è fatta di numeri ma di qualità. Ho care amiche, poche ma buone, non so se devo dire di essere fortunata, perché la vita è si fatta di situazioni, sorprese, opportunità, ma anche di impegno, spirito critico, accettazione e pazienza.

    Piace a 2 people

      1. Mi piace sempre quello che scrivi 🙂
        Forse oggi l’amicizia è un valore che molto spesso viene svuotato del suo senso più autentico e questo, in generale, vale per tutti i tipi di relazione: i social, ma non solo i social, creano danni enormi, non dimentichiamo che la smania di primeggiare, che trovo troppo diffusa tra le persone, sta facendo troppi danni. Se pensi solo al tuo orticello finirai col vivere una vita vuota… in ogni caso posso dire che la più grande delusione nella mia vita l’ho avuta da colei che ritenevo la mia amica più grande, al pari di una sorella, e parlo di un episodio avvenuto più di 25 anni fa. Certe cose non hanno tempo…

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...