LA SPOSA SILENZIOSA di A.S.A. Harrison

Jodi Brett è una bella donna di quarantacinque anni che non guarda al futuro e né tanto meno al passato, ma vive ancorata solidamente al presente, immersa nella routine quotidiana. Da per scontato che la sua esistenza scorrerà in avanti placidamente nel suo equilibrio imperfetto, ma accettabile. Jodi fa la psicoterapeuta e vive con Todd Gilbert, un uomo alto, robusto, con i capelli color sabbia, occhi grigio ardesia e una smisurata energia vitale. La donna sa che il compagno la tradisce e lui sa che lei lo sa, ma la finzione è cruciale e va mantenuta, così come l’illusione che tutto vada per il meglio…

La sposa silenziosa è un thriller psicologico davvero notevole. La trama si srotola attorno alla vita non certo movimentata della protagonista, che pian piano prende una piega sgradevole e inaspettata. Fin da subito ciò che traspare è l’estrema attenzione ai dettagli e la rilevante competenza con la quale l’autrice racconta la professione di psicoterapeuta di Jodi, il  rapporto con i suoi pazienti e le inevitabili dinamiche che si instaurano tra loro: il risultato è un personaggio tridimensionale ed estremamente realistico. E’ facile entrare nel mondo di Jodi, e contemporaneamente percepire l’ombra di una certa doppiezza, impalpabile e sfuggente che lascia un sentore d’inquietudine. Man mano che il libro prosegue, il lettore si rende conto che Jodi sembra nascondere qualche verità profonda, un lato più oscuro e drammatico della sua storia che verrà svelato solo verso il finale.

L’autrice A.S.A. Harrison ha esordito nella narrativa con La sposa silenziosa; purtroppo, subito dopo l’uscita del romanzo negli Stati Uniti, la malattia contro la quale stava lottando da mesi ha avuto la meglio su di lei. L’autrice non ha fatto in tempo ad assistere al clamoroso successo del suo romanzo.

Degna di nota è la parte del libro nella quale Jodi racconta di quando è stata in terapia. Come qualcuno di voi saprà sono laureata in psicologia ed ho apprezzato veramente tanto l’accuratezza e l’approccio pertinente con il quale l’autrice descrive l’esperienza della donna. Interessante anche la breve seppur esaustiva digressione sui vari approcci terapeutici visti attraverso gli occhi di Jodi, da quello junghiano che punta sull’idea dell’individuazione, ossia il processo di realizzazione individuale che non dipende dal nostro retaggio etnico e culturale, ma bensì cerca di guidare le persone verso la propria concezione della vita e del suo significato a prescindere da ciò che possono aver insegnato loro gli altri, a quello adleriano, con le sue idee più pragmatiche sull’interesse sociale e la tensione verso lo scopo… Accanto a questi argomenti davvero interessanti si sviluppa la storia di Jodi che vede la vita che si è costruita con Todd disintegrarsi inesorabilmente sotto i colpi dell’ennesimo tradimento di lui: all’improvviso si rende conto di aver passato vent’anni a credere di avere le mani ben salde sul timone, ma che in realtà ha costruito tutto su una premessa fallace, infatti il matrimonio che non ha mai pensato di contrarre, l’ha resa all’improvviso fragile, le viene chiesto di abbandonare la casa dove vive poiché in quanto convivente more uxorio, non ha alcun diritto… Da qui in poi, si assiste ad un crescendo di situazioni drammatiche e folli fino all’epilogo imprevedibile.

Consigliato agli amanti dell’introspezione: questo thriller scava dentro l’anima dei protagonisti senza lasciare nulla in sospeso. Bello il finale.

ultimo logo 1

Annunci

13 pensieri riguardo “LA SPOSA SILENZIOSA di A.S.A. Harrison

  1. Hai il dono di sapienti ed esaustive sintesi su ogni tipo di argomenti su cui focalizzi il tuo interesse!
    Non mi azzarderei mai ad acquistare una qualsiasi opera letteraria, dopo avere precedentemente letto la tua recensione sull’argomento…
    Bravissima!!
    Franco

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...